Voglio scappare in: Oceania - Polinesia Francese

Bandiera Polinesia Francese

Precisamente a: bora bora

Perchè voglio scappare: ho sempre sognato di vivere disperso per il mondo è questo è il posto giusto

Spero di trovare: felicità tranquillità ed equilibrio mentale

Inserito da ruffino giuseppe Domenica 11 Novembre 2009 alle 21:07

6503 visite | 20 commenti | 1 voto | gradimento

Vota il post

Che voto dai al post?

Commenta il post

Commenti

ciao a tt i pessimisti.... i sogni diventano sempre realta se ci credi veramente....ho 21 anni e da 4 anni ke ho lasciato l'italia x venire qua giu in Australia...girare un po in europa e tornare ancora in Australia dove avevo lasciato il cuore....mangio cocco tt i giorni...raccolgo frutti di mare sulla spiaggia...dormo sotto le stelle nel bel mezzo del deserto....cavalco le onde con la mia tavola da surf...e lavoro quanto basta come cuoco....nn smettere mai di sognare!

Inserito da biagio Lunedì 20 Marzo 2010 alle 4:44

ho 27 anni laurato in scienze giurichide. sono stanco e ho preso (decisamnte) di trovare qualsiasi lavoro nll'isola di bor bora. non riesco a trovare nessun sito che accetti curriculm . se sapete come fare scrivetemi.. grazie.

Inserito da francesco Domenica 23 Novembre 2009 alle 13:07

sognare fa bene alla salute......ma devono essere sogni possibili...se non sono possibili si rischiano le allucinazioni......BORA BORA........ intanto è allucinante arrivarci....è un atollo di 38 kilometri quadrati, se fosse quadrata, sono poco più di 6 kilometri per lato, praticamente il lungo mare di riccione, dopo aver girato l'isola 3 volte vieni preso da paranoia..... a livello turistico c'è il numero chiuso......gli abitanti sono circa 5000 e stanno stretti.....si vive di pesca.... dopo un pò i pesci ti vengono fuori dalle orecchie.....ragazzi, come ho detto sognare è bello, però sognate posti alla vostra portata, altrimenti, non riuscirete mai ad andare da nessuna parte.........

Inserito da sognatore Domenica 16 Novembre 2009 alle 22:51

Alle Cagnarie campi di banane come in Pollinesia...

Inserito da TISMI Domenica 13 Novembre 2009 alle 20:53

Felicità? ti mangi un panimo un bicchiere di vino felicità.. tranquillità equilibrio mentale? Propongo C A N A R I E. In Italia l'equilibrio mentale lo perdi e non lo recuperi.

Inserito da REUMA Domenica 13 Novembre 2009 alle 8:20

non ci resta che piangere...il tempo passa ..mi rassegnero' a questa mia vita troppo grigia e senza entusiasmo- Riflettendo sui post precedenti anche se sono sofferti, rispecchiano purtroppo la realta' del momento..speriamo in tempi migliori-comunque i sogni non devono mai morire-Fabio-73

Inserito da vieniconme Domenica 12 Novembre 2009 alle 22:51

Inserito da per ex polinesiano Domenica 12 Novembre 2009 alle 21:29

Appunto..bisogna fare i conti con la crisi. Fino a prima del famigerato crack finanziario settembre 2008 potevamo ancora illuderci. Purtroppo osservando la situazione con + ampio respiro ed ampie vedute si ha la percezione d'un peggioramento mondiale della qualità della vita. Ciò non toglie che il secolo scorso sia stato davvero pieno di orrori guerre mondiali genocidi. Ma non è possibile concepire un esistenza , un esistere esclusivamente materialista. Non è possibile che un pianeta con oltre 7migliardi di abitanti si sviluppi secondo il modello classico industrializzato capitalista\consumista adesso imbastardito dalle dittature comuniste. Non è possibile costruire su ogni terreno dove sia possibile, abbattere ogni albero possibile, guidare migliardi di autoveicoli che inquineranno sempre più..ecc ecc senza frenare questa folle corsa del buio nel buio materialismo ..i ghiacci si scioglieranno ecc il clima l'aria,tutto peggiora sempre + perchè l'uomo più che creare sa distruggere.

Inserito da donde estas? Domenica 12 Novembre 2009 alle 17:33

...un posto migliore per vivere. E anche se l'Italia non fosse il migliore in assoluto, tentare un trasferimento da Italia a Portogallo, o da Italia a Cipro o da Italia a Grecia non porterebbe sostanziali differenze tali da giustificare un tale passo, anzi, date le difficoltà che l'emigrazione moderna comporta (la richiesta di lingue e di professionalità) è molto probabile che spostamenti di questi tipi portino solo a perdere del denaro. Perciò il consiglio è di restare in Italia per almeno altri 2-3 anni, vedere che si muove l'economia e poi decidere. Magari la Spagna si riprenderà e andremo tutti lì, o magari il Mediterraneo diventa povero come l' Africa e saremo costretti ad andare tutti in Scandinavia...in Polinesia comunque non ci si può andare, a meno di non avere una pensione di 3000 euro al mese, e dopo aver fatto trafile burocratiche da paura, ma non pensate che lì la vita REALE, DI TUTTI I GIORNI, sia meglio di quella di qua...teniamoci l'Italia, per ora, e intanto pensiamo!!

Inserito da ex polinesiano Domenica 12 Novembre 2009 alle 17:11

..per ottenere i permessi di lavoro e/o di soggiorno. Canada,USA,Australia e Giappone (i 4 "colossi" al di fuori d'Europa) sono ormai strapieni di immigrati e hanno chiuso l'immigrazione da parecchi anni. Impossibile trasferirsi lì legalmente, a meno di essere ingegneri superqualificati o grandi medici, in modo da poter ottenere uno sponsor. Più facile può essere lavorare in un paese del Centro o Sud-america (non il Brasile) ma per 100 euro al mese in fabbrica, chi ve lo fa fare? Escludendo poi Africa e Asia per ovvii motivi (economici e sociali in primis) se ne deduce che di chances non ce ne sono molte...Bisogna restare in Europa, ma siccome il Nord Europa è un cimitero, che fare??? L'Eldorado, l'unico Paese caldo che offriva lavoro+buona vita era la Spagna, ma è fallito all'improvviso. La Grecia e il Portogallo sono più in crisi di noi. Di fatti, anche guardando agli effetti della crisi, l'Italia è uno dei pochi paesi che ha resistito. Attualmente non credo ci sia posto migliore

Inserito da ex polinesiano Domenica 12 Novembre 2009 alle 17:06

Putroppo con la crisi attuale c'è poco da consigliare...gli unici Paesi che offrono qualcosa a livello lavorativo sono Norvegia,Danimarca e Svizzera, o proprio al massimo Olanda e Austria, ma in tutti questi Paesi (specialmente i primi due) la vita sociale è pari a zero, la depressione e non-integrazione sono assicurate e il costo della vita è così alto da non permettere nulla più di una semplice sopravvivenza. Non considero pertanto il Nord Europa un'alternativa all'Italia, visto che la qualità della vita REALE lissù è più bassa di quella italiana, e anche se compensata (e nemmeno in tutti i casi) da qualche soldino in più, la sostanza non cambia: non è avere i 50 euro in più o in meno nel portafoglio a fine mese che ci rende felici (magari fosse solo questo il problema...). Purtoppo uscire dall'Europa è un salto ancora più nel buio, perchè si perdono anche quei pochi diritti di europei che abbiamo (a partire dalla sanità) e non sempre (=quasi mai) si hanno i requisiti per ottenere

Inserito da ex polinesiano Domenica 12 Novembre 2009 alle 17:00

Matteo dice il vero,leggete cosa dice Apocalisse nel post di Antonio delle 13.54 di oggi e ne avrete una conferma abberrante. E tu Antonio se non ci dici dove hai trovato un posto migliore non possiamo nemmeno sperare perchè guarda..siamo proprio alla frutta

Inserito da donde estas? Domenica 12 Novembre 2009 alle 16:54

Le tue deduzioni non fanno una piega-E' la cruda realta'-Ti faccio una piccola domanda-Se dovresti cambiare vita:qual'e' il luogo che vorresti raggiungere-e qui in Italia dove vivi?-Mi sembri sicuro di te stesso-realizzato-informato-Cosa consigli a tutte queste animein pena-che sognano un luogo diverso-piu' umano..esiste da qualche parte del globo?-Grazie della tua attenzione-Ivan-Milano-1977-

Inserito da perexpolinesiano Domenica 12 Novembre 2009 alle 15:21

Ma dove andate??? Il costo della vita in Polinesia è il più alto del mondo, una colazione al bar vi può costare benissimo 30 euro. Quanto credete di durare con i vostri "risparmiucci"?? Aggiungetevi che vi sarà vietato lavorare in quanto siete extracomunitari, le leggi sono chiare e sono molto ferree per gli stranieri. I locali non vi accetteranno mai, perchè apprezzano i turisti che portano soldi, ma non quelli che vanno lì a smangiucchiare le loro risorse chiedendo lavoro (che non c'è nemmeno per loro). Avrete perciò una vita sociale pari allo zero, e ricordatevi anche che il mare non è sempre come in foto, nella stagione delle piogge è brutto come a Napoli e dovete chiudervi in casa se non volete beccarvi un accidente (e sempre che la casa non sia una capanna, sennò rischiate di restare pure senza tetto non appena viene un pò di vento forte). E' quello un paradiso? Se lo fosse, tutto il mondo si sarebbe già trasferito là. Pensate bene prima di bruciarvi la vita...

Inserito da Ex polinesiano Domenica 12 Novembre 2009 alle 15:14

Puoi contattarmi a-coccobello_paradiso-beach.hotmail.com-

Inserito da per gabriele Domenica 12 Novembre 2009 alle 15:02

ciao beatote, la tua proposta è veramente allettante...ma è anche fattibile??...fammi una proposta che possa valutare e ti faccio sapere. mi piacerebbe da morire diventare socio in un'attività cosi unica! ciao Gabriele

Inserito da gabriele Domenica 12 Novembre 2009 alle 14:11

Amico, la tua e' la considerazione piu' realistica e che dice tutto-Quando si e' giovani bisognerebbe avere la pensione e godersi la nostra eta' senza problemi-che ne dici??in effetti quando si parte si ha un certo gruzzolo e non ci sono problemi-ma quando finiscono sono c.....amari!enon ci resta che ritornare, e se poi ti sei licenziato- vivi una disperazione ancora piu' angosciante-e sei fregato-L'era dei figli dei fiori e' morta e sepolta purtroppo...partire come negli anni 50....non esistono piu' certe opportunita'-tutto e' saturo-tutto e' cambiato-Comunque i miei 40 anni mi portano ancora a sognare....il sogno e' gratuito e aiuta asopravvivere-buonafortuna-

Inserito da Gabriele Domenica 12 Novembre 2009 alle 13:20

CHE SOGNO !!! MI PIACEREBBE MOLTO SCAPPARE A BORA BORA, PASSARE LE GG A RACCOGLIERE COCCO, RESPIRARE A PIENI POLMONI L'ARIA DEL MARE, CAMMINARE A PIEDI NUDI E SENZA VESTITI ....IMMAGINO CHE SIA UNA COSA SPECIALE. SONO SICURO CHE RINASCEREI, USCENDO DAL TORPORE DI QUESTA VITA CITTADINA, CHE MI ANNEBBIA IL CERVELLO E MI TIENE COSTANTEMENTE TESO E INSOFFERENTE. LA MIA PAURA?....NON RIUSCIRE A MANTENERMI E DOVER TORNARE A CASA ALLA RICERCA DI UN NUOVO LAVORO E ALLA SOLITA VITA TRISTE E NOIOSA. SENTO GIA' CHI MI DICE..."TE L'AVEVO DETTO CHE ERA UN SOGNO IRREALIZZABILE".

Inserito da GABRIELE Domenica 12 Novembre 2009 alle 11:38

Se vuoi raggiungermi-ti aspetto-diventiamo soci -Raccolgo cocco....e ti assicuro che e' il lavoro piu' divertente del pianeta- Il paradiso e' vicino-

Inserito da beatote Domenica 11 Novembre 2009 alle 22:26

Il tuo desiderio e' dentro il cuore di tutti NOI-ma il problema e' realistico-come si fa a vivere senza una buona rendita e per sempre?Puoi arrivare con un bel gruzzoletto-poi i soldi finiscono- cosa ti inventi per sopravvivere..hai un' idea- se si'-passamela-

Inserito da x Giuseppe Domenica 11 Novembre 2009 alle 21:24